La ricostruzione del sé estetico: con e senza bisturi

  • -

La ricostruzione del sé estetico: con e senza bisturi

Tags : 

Bellezza. La bellezza è un concetto estremamente soggettivo e personale anche se esistono canoni universalmente condivisi. Questi derivano in primo luogo dal passato che propone l’immagine di una donna con vita sottile e seno prospero, e di un uomo alto e muscoloso. Tuttavia anche nel presente la pubblicità e i media trasmettono un’idea di bellezza che non lascia spazio all’imperfezione. Di conseguenza le persone sono portate a seguire un’immagine irrealistica di sé, che li conduce ad una scarsa accettazione e ad una continua ricerca di una perfezione che non c’è.

Questo fa sì che numeri sempre maggiori, si avvicinino alla chirurgia plastica per avere il naso alla francese uguale alla propria attrice preferita o l’addome scolpito come uno sportivo ad alti livelli.

Tuttavia l’intervento chirurgico non porta soltanto ad ottenere l’aspetto fisico desiderato, ma richiede anche un processo di embodiment e quindi di revisione del sé che non sempre è facile da raggiungere. Infatti gli aspetti psicologici e cognitivi sono determinanti in quanto la persona deve accettare o inglobare un’immagine di sé, che seppur desiderata, è, anche se temporaneamente,  estranea al proprio corpo. Questo meccanismo non si attiva soltanto nell’ambito della chirurgia plastica a fini estetici, ma anche per interventi chirurgici di natura ricostruttiva post oncologici.

È importante, dunque, che in ogni caso il paziente sia accompagnato emotivamente in tutte le fasi del suo percorso, in modo che il concetto di bellezza venga integrato con la sua persona.

L’obiettivo di questa serata è quello di far conoscere l’innovativo processo integrato tra le due discipline, le Neuroscienze e la Chirurgia Plastica. Come le prime mostrino che il cervello abbia un ruolo determinante nel definire il concetto di bellezza, tramite l’attivazione di specifiche aree cerebrali legate principalmente al piacere e alla gratificazione. E come il chirurgo possa “scolpire” o “dipingere” una nuova  immagine del sé.

Interverranno la Dott.ssa Anna Cantagallo, medico esperto in Neuroscienze che parlerà processi universali della percezione della bellezza in generale e della percezione del sé estetico, e il Dott. Pietro Loschi, medico specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, che parlerà della sua professione come strumento delle persone che desiderano piacersi nuovamente allo specchio.

Un’ occasione per approfondire con etica e competenza un tema tanto di interesse quanto di discussione, come l’estetica e la percezione di sé. Iscriviti subito all’evento mandando una mail ad info@braincare.it o tramite il link EventBrite: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-la-ricostruzione-del-se-estetico-con-e-senza-bisturi-46362619844?aff=es2

Ti aspettiamo!

Anna Cantagallo

http://www.annacantagallo.com/anna-cantagallo/

https://www.facebook.com/BrainCare.IT/

Dott. Pietro Loschi

https://www.facebook.com/pietroloschichirurgia/

Www.pietroloschi.it


About Author

Anna Cantagallo

Anna Cantagallo opera nell’ ambito clinico da oltre 25 anni come medico specializzato in neurologia e medicina riabilitativa, esperto di riabilitazione neurologica e neuropsicologica. Fra i suoi casi clinici citiamo Federico Fellini.La creatività, l’innovazione e il desiderio di poter avviare un servizio più trasversale e completo, dove i confini fra dis-abilità, normo-abilità e iper-abilità sono meno netti, sono stati i valori che l’hanno condotta a distaccarsi dal settore della sanità pubblica per orientare la sua professionalità verso le strutture private. L’ascolto del bisogno di espansione delle abilità di ciascuna persona, in una dimensione di scoperta del proprio potenziale e di flessibilità, l’hanno avvicinata non soltanto alla singola persona ma anche ai gruppi di lavoro, in cui viene chiamata spesso come organizzatore e supervisore esterno.Attualmente è consulente presso numerosi Centri di Riabilitazione, e dal 2011 Direttore Scientifico di BrainCare, unica realtà in Italia che si occupa di stimolazione e potenziamento cognitivo nei soggetti disabili ma anche nei normo e iper-abili.E’ docente presso gli Atenei di Padova, Torino, L’Aquila, Firenze e Napoli.E’ stata Presidente della Società Scientifica Gruppo Interprofessionale di Riabilitazione in Neuropsicologia (GIRN) dal 2006 al 2014. Ha coordinato le sezioni di Riabilitazione Neuropsicologica della Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitativa (SIMFER) e della Società Italiana di Riabilitazione Neurologica (SIRN).Ha pubblicato 3 libri, oltre 90 articoli su riviste internazionali e 5 test di valutazione neuropsicologica. E’ Editor Assistant della rivista scientifica “European Journal of Physical Medicine and Rehabilitation” (EJPMR).Ha co-prodotto due cortometraggi dedicati alla memoria, ai suoi disturbi e al percorso necessario per il recupero, attraverso la storia narrata di 5 personaggi. Molto attiva nella divulgazione della neuropsicologia e delle scienze cognitive in tutte le età e in tutti i livelli culturali, viene spesso chiamata a comunicare su esse attraverso la stampa non scientifica e la televisione, o in caffè culturali.

News Area Clinica

News Area Benessere

News Area Espansione

News Area Formazione

News Area Franchising