Dolori fisici. Ruolo selle attività quotidiane, geografia e fasce d’età

  • -
dolori fisici

Dolori fisici. Ruolo selle attività quotidiane, geografia e fasce d’età

Tags : 

Dolori fisici. Chi può affermare di non aver mai avuto alcun problema fisico che gli abbia causato anche una minima sensazione di dolore? Nessuno, ma il quadro della sintomatologia algica in Italia è stato oggetto di studio e i dati emersi risultano essere interessanti.In un’indagine ISTAT (https://www.istat.it/it/archivio/204655) condotta nell’arco di quattro settimane nel 2015 e resa pubblica nel 2017 è emerso che una parte di italiani molto più consistente di quanto si possa immaginare soffre per dolori fisici.Precisamente 20 milioni di italiani dichiarano di aver avuto qualche acciacco nell’arco del mese in cui l’indagine è stata svolta e per 5 milioni di loro il dolore è stato anche di entità “forte o molto forte”.dolori fisici

Nel momento in cui il dolore fisico si presenta ed è persistente ha certamente degli effetti poco piacevoli nella quotidianità della persona che li sperimenta: in questa indagine emerge che il 29.7% degli italiani subisce un effetto lieve da parte del dolore, il 28.7% un effetto moderato e il 14,3% un effetto “grave o molto grave” di tale condizione.Inoltre, a soffrire maggiormente sono le donne che dichiarano nel 45.6% dei casi di essere afflitte da dolori mentre gli uomini lo affermano solo nel 32.5%. L’intensità del dolore percepito varia anche in base alla regione, al reddito e al livello d’istruzione oltre che per età. La Sardegna e l’Umbria risultano essere le regioni d’Italia in cui il dolore fisico è maggiormente percepito con percentuali pari rispettivamente al 15.2% e 12.6%; le fasce di popolazione con reddito minore riportano con percentuali più alte la sofferenza fisica delle fasce con reddito maggiore; il dolore influisce di più nell’attività lavorativa se il livello di istruzione è alto e la sofferenza è di lieve entità, mentre se è “forte o molto forte” influisce maggiormente nei soggetti con livello d’istruzione basso; infine, gli over65 sono i più colpiti da dolori fisici con picchi del 59.1%. Il dolore fisico risulta essere una problematica molto diffusa e degna di maggiore attenzione per il fatto che ha delle ripercussioni in alcuni casi anche significative nella vita quotidiana e lavorativa costituendo quindi un fattore limitante. L’approccio al dolore cronico è sia farmacologico che riabilitativo, associato a programmi di  prevenzione e di elaborazione della componente soggettiva del dolore. Soltanto un team specializzato e interprofessionale di fisioterapisti, medici e psicologi  ti aiuteranno nella valutazione e nella diagnosi e soprattutto nel trattamento del dolore cronico.  Ti aspettiamo o aspettiamo la persona che tu conosci e alla quale consiglierai il nostro team!


About Author

Anna Cantagallo

Anna Cantagallo opera nell’ ambito clinico da oltre 25 anni come medico specializzato in neurologia e medicina riabilitativa, esperto di riabilitazione neurologica e neuropsicologica. Fra i suoi casi clinici citiamo Federico Fellini. La creatività, l’innovazione e il desiderio di poter avviare un servizio più trasversale e completo, dove i confini fra dis-abilità, normo-abilità e iper-abilità sono meno netti, sono stati i valori che l’hanno condotta a distaccarsi dal settore della sanità pubblica per orientare la sua professionalità verso le strutture private. L’ascolto del bisogno di espansione delle abilità di ciascuna persona, in una dimensione di scoperta del proprio potenziale e di flessibilità, l’hanno avvicinata non soltanto alla singola persona ma anche ai gruppi di lavoro, in cui viene chiamata spesso come organizzatore e supervisore esterno. Attualmente è consulente presso numerosi Centri di Riabilitazione, e dal 2011 Direttore Scientifico di BrainCare, unica realtà in Italia che si occupa di stimolazione e potenziamento cognitivo nei soggetti disabili ma anche nei normo e iper-abili. E’ docente presso gli Atenei di Padova, Torino, L’Aquila, Firenze e Napoli. E’ stata Presidente della Società Scientifica Gruppo Interprofessionale di Riabilitazione in Neuropsicologia (GIRN) dal 2006 al 2014. Ha coordinato le sezioni di Riabilitazione Neuropsicologica della Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitativa (SIMFER) e della Società Italiana di Riabilitazione Neurologica (SIRN). Ha pubblicato 3 libri, oltre 90 articoli su riviste internazionali e 5 test di valutazione neuropsicologica. E’ Editor Assistant della rivista scientifica “European Journal of Physical Medicine and Rehabilitation” (EJPMR). Ha co-prodotto due cortometraggi dedicati alla memoria, ai suoi disturbi e al percorso necessario per il recupero, attraverso la storia narrata di 5 personaggi. Molto attiva nella divulgazione della neuropsicologia e delle scienze cognitive in tutte le età e in tutti i livelli culturali, viene spesso chiamata a comunicare su esse attraverso la stampa non scientifica e la televisione, o in caffè culturali.

News Area Clinica

News Area Benessere

News Area Espansione

News Area Formazione

News Area Franchising