Lobi frontali. I lobi frontali e il loro ruolo nelle funzioni esecutive

  • -
lobi frontali

Lobi frontali. I lobi frontali e il loro ruolo nelle funzioni esecutive

Tags : 

Lobi frontali. I lobi frontali rappresentano la parte più estesa del cervello umano oltre che essere quelli che completano il loro sviluppo per ultimi. In questo caso la corteccia si suddivide in diverse aree con differenti funzioni: quella motoria divisa in primaria e non primaria e quella prefrontale che ha connessioni con i sistemi sensoriali e motori, di tipo corticale e sottocorticale.lobi frontali

Diverse sono le funzioni che svolgono i lobi frontali e una di queste sono le funzioni esecutive. Nello specifico l’area coinvolta è quella prefrontale che, come detto in precedenza, si collega alle aree motorie, percettive e limbiche del cervello. Svolge quindi un ruolo fondamentale nei processi cognitivi e nella regolazione del comportamento.

L’area prefrontale poi si divide in due parti, corteccia dorsolatarale e orbitofrontale. La prima è una delle componenti principali dei processi esecutivi in quanto è deputata al comportamento strategico, astrazione, pianificazione, flessibilità cognitiva e memoria di lavoro. La seconda, invece, è legata al problem solving e alla modulazione delle reazioni emotive.Ma quando si parla di funzioni esecutive a cosa si fa riferimento? Il loro ruolo fondamentale riguarda:

  1. Pianificazione
  2. Problem solving
  3. Astrazione
  4. Flessibilità cognitiva
  5. Sintesi e analisi di informazioni
  6. Decision making
  7. Regolazione delle emozioni

A seconda di quale parte della corteccia prefrontale viene colpita i deficit possono essere di diversa natura. Infatti persone con lesioni alla corteccia prefrontale dorsolaterale sviluppano comportamenti perseverativi, ovvero reiterando lo stesso tipo di azione. Nel caso invece di danni a livello della corteccia prefrontale orbitofrontale vi sono difficoltà nella gestione della vita quotidiana con comportamenti socialmente disadattivi e incapacità di prendere decisioni che integrino le informazioni emotive e sociali.

A questo proposito BrainCare organizza un corso in cui si approfondirà tutto ciò che riguarda la valutazione e la riabilitazione di persone con disturbi delle funzioni esecutive. Quindi se sei interessato a saperne di più, clicca QUI o manda una mail a segreteria@braincare.it.

Ti aspettiamo!


About Author

Anna Cantagallo

Anna Cantagallo opera nell’ ambito clinico da oltre 25 anni come medico specializzato in neurologia e medicina riabilitativa, esperto di riabilitazione neurologica e neuropsicologica. Fra i suoi casi clinici citiamo Federico Fellini. La creatività, l’innovazione e il desiderio di poter avviare un servizio più trasversale e completo, dove i confini fra dis-abilità, normo-abilità e iper-abilità sono meno netti, sono stati i valori che l’hanno condotta a distaccarsi dal settore della sanità pubblica per orientare la sua professionalità verso le strutture private. L’ascolto del bisogno di espansione delle abilità di ciascuna persona, in una dimensione di scoperta del proprio potenziale e di flessibilità, l’hanno avvicinata non soltanto alla singola persona ma anche ai gruppi di lavoro, in cui viene chiamata spesso come organizzatore e supervisore esterno. Attualmente è consulente presso numerosi Centri di Riabilitazione, e dal 2011 Direttore Scientifico di BrainCare, unica realtà in Italia che si occupa di stimolazione e potenziamento cognitivo nei soggetti disabili ma anche nei normo e iper-abili. E’ docente presso gli Atenei di Padova, Torino, L’Aquila, Firenze e Napoli. E’ stata Presidente della Società Scientifica Gruppo Interprofessionale di Riabilitazione in Neuropsicologia (GIRN) dal 2006 al 2014. Ha coordinato le sezioni di Riabilitazione Neuropsicologica della Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitativa (SIMFER) e della Società Italiana di Riabilitazione Neurologica (SIRN). Ha pubblicato 3 libri, oltre 90 articoli su riviste internazionali e 5 test di valutazione neuropsicologica. E’ Editor Assistant della rivista scientifica “European Journal of Physical Medicine and Rehabilitation” (EJPMR). Ha co-prodotto due cortometraggi dedicati alla memoria, ai suoi disturbi e al percorso necessario per il recupero, attraverso la storia narrata di 5 personaggi. Molto attiva nella divulgazione della neuropsicologia e delle scienze cognitive in tutte le età e in tutti i livelli culturali, viene spesso chiamata a comunicare su esse attraverso la stampa non scientifica e la televisione, o in caffè culturali.

News Area Clinica

News Area Benessere

News Area Espansione

News Area Formazione

News Area Franchising