Tag Archives: dislessia

  • -
dislessia

Prevenire e curare la dislessia attraverso i videogames

Tags : 

La dislessia. La dislessia è uno dei disturbi più diffusi nell’età evolutiva e consiste in un complesso deficit neurobiologico che comporta difficoltà di lettura, di comprensione, di pronuncia oltre che di scrittura, pur avendo uno sviluppo intellettivo normale. Quindi in poche parole il livello di capacità di lettura nei bambini affetti da dislessia è ben inferiore rispetto al loro età cronologica. Diverse sono le teorie che hanno cercato di spiegare le origini di questo disturbo e al momento le più accreditate sembrano essere due. La prima è la teoria fonologica che associa la causa del disturbo ad un problema a livello del processo linguistico-fonologico e quindi alla difficoltà di rappresentazione, memoria e/o recupero del suono della parola.

La seconda, invece, che è la teoria magnocellulare, si collega principalmente a cause neurocognitive, con l’individuazione di un deficit a livello dell’attenzione visiva e della via magnocellulare dorsale (https://ac.els-cdn.com/S0960982214000621/1-s2.0-S0960982214000621-main.pdf?_tid=baa46b26-b711-4240-94e9-f93c40df0db6&acdnat=1545152282_3b2c2235a12179857d37d4691b043853). Quindi in questo caso si osserva come l’attenzione visuo-spaziale abbia un ruolo fondamentale nella capacità di scomposizione grafemica. Attualmente i trattamenti più consolidate si basano sul potenziamento fonologico con l’obiettivo di migliorare e velocizzare la lettura.

Tuttavia scoperte recenti supportano la teoria magnocellulare e quindi il potenziamento delle abilità visuo-attentive. Queste si basano sull’utilizzo di videogiochi, Action Video Games (AVG), che mirano ad allenare il funzionamento cognitivo e in particolare il sistema attentivo implicato nella via magnocellulare-dorsale. Questo tipo di videogiochi, infatti, sono caratterizzati da un’elevata velocità, oltre che da un alto grado percettivo, cognitivo e motorio. Dunque il trattamento tramite AVG porta notevoli miglioramenti nelle abilità di lettura, potenziando l’attenzione visiva e quindi di conseguenza il processo visivo ed uditivo (https://ac.els-cdn.com/S0960982213000791/1-s2.0-S0960982213000791-main.pdf?_tid=f48355b5-204a-4937-a0b7-f2e5a3a20bc1&acdnat=1545152404_47af880ea5c0fc2ee89349186260a68d).Inoltre confrontando i bambini sottoposti ad un trattamento di circa 12 ore con videogames e quelli che hanno seguito una riabilitazione logopedica, si vede che quest’ultimi hanno registrato un miglioramento inferiore rispetto ai primi.dislessia

In conclusione si può affermare che i videogames possono essere un ottimo strumento per curare e prevenire la dislessia, anche perché portano il bambino ad affrontare una riabilitazione cognitiva sotto forma di gioco e possono essere utilizzati a scopo preventivo, poiché non richiedendo abilità di lettura, possono essere somministrati molto prima.

Se sei quindi interessato a saperne di più rispetto a questo argomento iscriviti subito al nostro corso!

Ti aspettiamo!