Tag Archives: Cibo per la Mente

  • -
energia

Ritrova la tua energia con Alkaenergy

Tags : 

Energia. A metà giornata saresti già desideroso di stenderti sul divano? Hai sonno dopo pranzo? Arrivi a sera stanco e privo di energia? Quando chiudi la porta di casa non riesci a lasciar fuori le tensioni accumulate durante la giornata? Quello di cui hai bisogno è Alkaenergy! Questo protocollo alimentare è stato creato per la necessità di avere appena sveglio e in meno di 20 minuti l’energia necessaria per poter affrontare sessioni di combattimento israeliano. Esso è basato su studi di bio-chimica che hanno trovato la giusta combinazione tra alimenti naturali.energia

Alkaenergy, quindi, è un protocollo adatto soprattutto a chi ha bisogno di energia per poter affrontare uno stile di vita molto frenetico o per coloro che percepiscono un costante senso di stanchezza nel corso della giornata. Inoltre è molto efficace anche per quelli che svolgono attività fisica a livelli sia agonistici che amatoriali, e che vogliono più energia per migliorare le loro prestazioni. E’  importante specificare: questo protocollo non è una dieta per perdere peso o per ridurre la massa grassa, in quanto la persona non è costretta a nessun tipo di restrizione alimentare, purché segua un’alimentazione sana ed equilibrata.

 

 

Gli effetti sono garantiti e misurabili infatti la costanza nel seguire il protocollo porta a:

  • Risparmio metabolico energetico fino a quasi il 20%
  • Incremento fino al 30% dell’energia e della resistenza
  • Incremento fino al 30% della resilienza
  • Più della metà del fabbisogno alimentare ed elettrico alcalino in soli 20 minuti
  • Aumento fino al 10% della massa magra e della densità ossea
  • Riduzione fino al 10% della massa grassa

Riassumendo quindi Alkaenergy è un protocollo semplice e naturale, rapido e sicuro, misurabile e individuale! Se il tuo obiettivo è quindi di ritrovare l’energia persa  migliorando le tue prestazioni in ambito lavorativo,  personale e sportivo, iscriviti subito alla serata mandando una mail ad info@braincare.it o tramite il link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-ritrova-la-tua-energia-con-alkaenergy-51578323153

Enjoy AlkaLife, ti aspettiamo!!


  • -
rilassamento

Meditazione e rilassamento: come raggiungere uno stato di benessere

Tags : 

Rilassamento. Al giorno d’oggi riuscire a raggiungere uno stato di rilassamento interiore non è sempre facile, in quanto lo stile di vita che adottiamo ci porta sempre più lontani dall’arrivare a questo obiettivo.
Tuttavia è possibile ottenere una pace interiore, lavorando sempre più a fondo su sé stessi tramite la meditazione. Quest’ultima consiste in una vera e propria riflessione che porta la mente a liberarsi. Quindi in poche parole è una tecnica che permette di conoscere a fondo se stessi, raggiungendo uno stato di profondo benessere mentale (consapevolezza e auto-realizzazione).

rilassamentoMa nella pratica in che modo si entra in questo stato di profondo rilassamento? Innanzitutto bisogna trovare un luogo tranquillo che metta nella condizione di poter meditare e dopodiché si inizia con la vera e propria pratica. Essa infatti è caratterizzata da tre fasi così suddivise: la prima consiste in una respirazione profonda che serve per calmare il copro e la mente, la seconda esplorativa che si concentra sugli stimoli ambientali, la terza riflessiva in cui la persona si concentra sulla propria mente e pensieri.
Molti studi hanno dimostrato gli effetti positivi della meditazione sia per la mente che per il corpo. Infatti aiuta ad avere una migliore gestione delle emozioni, oltre che aumentare la forza, la vitalità, la concentrazione e la resistenza alla fatica e al dolore.
Si dimostra inoltre molto efficace per la cura dei disturbi d’ansia, in quanto insegna una corretta respirazione e a focalizzare la mente verso specifiche immagini e pensieri che portano a ridurre l’agitazione.
Quindi una pratica meditativa corretta ha un riscontro positivo per l’umore in quanto induce la produzione di degli ormoni del benessere psicologico.
Se sei quindi interessato a conoscere più a fondo l’arte della meditazione e gli effetti benefici che ne derivano dalla sua pratica, iscriviti subito alla serata tramite una mail ad info@braincare.it o tramite il link:
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-meditazione-e-rilassamento-come-raggiungere-uno-stato-di-benessere-50682700321

Ti aspettiamo!


  • -

La ricostruzione del sé estetico: con e senza bisturi

Tags : 

Bellezza. La bellezza è un concetto estremamente soggettivo e personale anche se esistono canoni universalmente condivisi. Questi derivano in primo luogo dal passato che propone l’immagine di una donna con vita sottile e seno prospero, e di un uomo alto e muscoloso. Tuttavia anche nel presente la pubblicità e i media trasmettono un’idea di bellezza che non lascia spazio all’imperfezione. Di conseguenza le persone sono portate a seguire un’immagine irrealistica di sé, che li conduce ad una scarsa accettazione e ad una continua ricerca di una perfezione che non c’è.

Questo fa sì che numeri sempre maggiori, si avvicinino alla chirurgia plastica per avere il naso alla francese uguale alla propria attrice preferita o l’addome scolpito come uno sportivo ad alti livelli.

Tuttavia l’intervento chirurgico non porta soltanto ad ottenere l’aspetto fisico desiderato, ma richiede anche un processo di embodiment e quindi di revisione del sé che non sempre è facile da raggiungere. Infatti gli aspetti psicologici e cognitivi sono determinanti in quanto la persona deve accettare o inglobare un’immagine di sé, che seppur desiderata, è, anche se temporaneamente,  estranea al proprio corpo. Questo meccanismo non si attiva soltanto nell’ambito della chirurgia plastica a fini estetici, ma anche per interventi chirurgici di natura ricostruttiva post oncologici.

È importante, dunque, che in ogni caso il paziente sia accompagnato emotivamente in tutte le fasi del suo percorso, in modo che il concetto di bellezza venga integrato con la sua persona.

L’obiettivo di questa serata è quello di far conoscere l’innovativo processo integrato tra le due discipline, le Neuroscienze e la Chirurgia Plastica. Come le prime mostrino che il cervello abbia un ruolo determinante nel definire il concetto di bellezza, tramite l’attivazione di specifiche aree cerebrali legate principalmente al piacere e alla gratificazione. E come il chirurgo possa “scolpire” o “dipingere” una nuova  immagine del sé.

Interverranno la Dott.ssa Anna Cantagallo, medico esperto in Neuroscienze che parlerà processi universali della percezione della bellezza in generale e della percezione del sé estetico, e il Dott. Pietro Loschi, medico specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, che parlerà della sua professione come strumento delle persone che desiderano piacersi nuovamente allo specchio.

Un’ occasione per approfondire con etica e competenza un tema tanto di interesse quanto di discussione, come l’estetica e la percezione di sé. Iscriviti subito all’evento mandando una mail ad info@braincare.it o tramite il link EventBrite: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-la-ricostruzione-del-se-estetico-con-e-senza-bisturi-46362619844?aff=es2

Ti aspettiamo!

Anna Cantagallo

http://www.annacantagallo.com/anna-cantagallo/

https://www.facebook.com/BrainCare.IT/

Dott. Pietro Loschi

https://www.facebook.com/pietroloschichirurgia/

Www.pietroloschi.it


  • -
voce

Parole e voce: la tua arma segreta

Tags : 

Voce. Saper essere interessanti e generare fiducia e consenso in pochissimi minuti è fondamentale, chiunque tu abbia davanti a te e in tutti gli ambiti. La vera sfida sta nel catturare subito l’attenzione dell’altro e far sì che rimanga affascinato da noi.voce Ma quali ostacoli interni abbiamo alla comunicazione efficace? La nostra mente, le nostre paure, i nostri limiti.La relazione e l’uditorio, nonché l’ambiente sono invece ostacoli esterni alla comunicazione efficace. Le nostre abilità cognitive inoltre organizzano le nostre parole perché  diventino comunicazione ad alto impatto e quindi azione.Ma la comunicazione è anche l’arte di “raggiungere” gli altri con le parole e le emozioni da essa trasportate. La voce può essere definita il nostro strumento musicale naturale, che ognuno di noi possiede e che non sempre viene utilizza nella maniera adeguata. Questa infatti è uno strumento che permette prima di tutto di esprimere noi stessi, ma anche di veicolare pensieri ed emozioni. È come il nostro bigliettino da visita, in quanto ci identifica e rivela un po’ di quello che siamo. Prova ad immaginare una voce soave e bassa a che tipo di personalità l’assoceresti? Sicuramente ad una persona tranquilla ed equilibrata. Oltre che essere identificativa si interpone sempre nella relazione tra noi e gli altri. Una leggera modulazione del tono utilizzato, potrebbe far si che uno stesso concetto veicoli significati diversi. Infatti non sempre utilizzi lo stesso colore di voce quando parli! Se vuoi mostrare solarità userai un volume medio-alto e un sorriso costante e sincero. E se vuoi esprimere fiduciosa autorevolezza? Dovrai essere efficace e convincente, ma anche comprensivo e disponibile  nei confronti dell’altra persona. Questa è la voce della relazione “di cura”.Quando invece senti di voler entusiasmare e coinvolgere l’altro, usa quella attivante, che esprime tutta la passione per quello che stai dicendo e che sprona all’azione.

Essa quindi rappresenta una vera e propria arma segreta: la possiedi da sempre, ma forse non la conosci fino in fondo!

Per questo motivo nel corso della serata si parlerà di come poter utilizzare mente, emozioni e voce nella maniera più adeguata in modo da poter sfruttare a pieno tutte le tue potenzialità. Potrai scoprire come rendere più efficace la tua comunicazione, dando la giusta enfasi ed emozione a quello che si sta trasmettendo.

Non perdere tempo ed iscriviti subito alla serata, mandando una mail ad info@braincare.it o tramite il link di Eventbrite: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-parole-e-voce-la-tua-arma-segreta-44444168705

Ti aspettiamo!


  • -
sport

Sport. Come lo sport agisce sulla mente e sul fisico

Tags : 

Sport. Come lo sport agisce sulla mente e sul fisico

Sport. Quanti di voi hanno deciso che settembre era il momento giusto per iscriversi in palestra, ma fino ad ora ci sono andati soltanto un paio di volte? Questo è ciò che accade normalmente alla maggior parte delle persone, in quanto i ritmi frenetici non sempre permettono di fare attività fisica.

Tuttavia proprio lo sport potrebbe essere un ottimo alleato per poter affrontare lo stress. Infatti praticare esercizio fisico in maniera regolare e costante porta numerosi benefici sia a livello fisico che mentale. Nello specifico lo sport induce degli effetti positivi sulla circolazione sanguigna, sull’attività cerebrale, sul transito intestinale, sulle ossa e aiuta ad essere più tonici ed elastici. Quindi in poche parole è un tocca sana per la mente e il corpo!sport

Ovviamente vi sono diversi studi che dimostrano ciò, come ad esempio il fatto che anche un leggero livello di attività fisica riduce di molto il rischio di malattie cardiovascolari, in quanto abbassa il livello di colesterolo cattivo e aumenta quello buono, oltre che migliorare la pressione arteriosa.

Allo stesso tempo però lo sport agisce anche sulla nostra mente, attraverso il rilascio di endorfine che hanno un effetto analgesico ed eccitante, simile all’oppio o alla morfina. La loro produzione regola l’umore, influenzandolo positivamente, e combattendo in alcuni casi anche dei veri e propri stati depressivi.

Inoltre se si pratica uno sport di gruppo, questo può essere un ottimo vincolo sociale in quanto predispone al lavoro in team. Ma anche darsi delle sfide in solitaria potrebbe allenare il generale senso di auto-efficacia che caratterizza le persone di successo.

Per questi motivo l’attività fisica dovrebbe essere svolta con una certa costanza cercando di renderla parte integrante della nostra giornata, non dimenticando però di viverla come un momento di svago e gratificazione, in cui vi è una perfetta sintonia tra mente e corpo.

In questa serata dunque verranno approfonditi più nel dettaglio gli aspetti benefici derivanti dallo sport, unendo sia le conoscenze derivanti dalla medicina che l’esperienza diretta e pratica di mental e fitness coach. Porta un abbigliamento comodo: ti faremo provare alcune sensazioni nuove nel tuo corpo!

Quindi se hai voglia di scoprire in che modo lo sport può influenzare la tua vita, iscriviti subito alla serata (fino ad esaurimento dei posti limitati) inviando una mail all’indirizzo info@braincare.it o tramite il link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-come-lo-sport-agisce-sulla-mente-e-il-fisico-42632073680

Ti aspettiamo!

Ti potrebbe interessare anche:



  • -
neuropsicologia

Neuropsicologia. Il ruolo del neuropsicologo per la salute: tra psicologia e neurologia

Tags : 

Neuropsicologia. Il ruolo del neuropsicologo per la salute: tra psicologia e neurologia

Neuropsicologia. Quando si parla di neuropsicologia a cosa si fa riferimento? Sembra una parola molto complessa, ma in realtà appartiene ad un ramo della neurologia e della psicologia che studia processi cognitivi e comportamentali associandoli ad aspetti anatomo-fisiologici del sistema nervoso. Ovvero si basa sull’analisi delle alterazioni cognitive conseguenti a lesioni congenite o acquisite del sistema nervoso centrale.Quindi se stai provando ad immaginare questa figura professionale, cerca di abbandonare l’idea classica di psicologo, ovvero quella legata al personaggio di Freud, o del medico “strizza-cervelli”.Infatti la neuropsicologia ha come scopo principale quello di valutare e riabilitare le funzioni cognitive che hanno subito un danno in seguito ad un trauma o ad una patologia cerebrale.Il neuropsicologo deve inoltre comprendere la difficoltà emotiva del paziente, il quale deve fare i conti con difficoltà cognitive e/o fisiche che interferiscono in diversa misura con la sua vita quotidiana, e pertanto necessita di buona capacità di ascolto, di empatia e di sensibilità nel cogliere il disagio della persona. Per questo motivo le conoscenze psicologiche che possiede questa figura professionale sono importanti soprattutto per creare la giusta alleanza terapeutica  e per dare il giusto supporto. La neuropsicologia quindi all’interno del vasto mondo delle neuroscienze nasce dall’incontro tra neurologia e psicologia, in quanto il sistema nervoso regola sia le funzioni cognitive che le emozioni…Un connubio perfetto tra scientificità ed emotività!.neuropsicologia

In questa serata l’obiettivo sarà quello di far conoscere più nel dettaglio come il neuropsicologo può aiutare te, come professionista, curioso, caregiver, e/o un tuo assistito o un tuo caro. Quindi far emergere in che modo il neuropsicologo possa essere d’aiuto per la salute e il benessere della persona anche attraverso un lavoro di equipe con altre figure professionali come il medico.

Se sei curioso di approfondire questo mondo neuropsicologico, così vario e in continua evoluzione, iscriviti subito!

Manda una mail ad info@braincare.it o tramite il link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-il-ruolo-del-neuropsicologo-per-la-salute-tra-psicologia-e-neurologia-41451208681

Ti aspettiamo!


  • -
vino

Vino. Un’esperienza sensoriale ed emozionale

Tags : 

Vino. Un’esperienza sensoriale ed emozionale

Vino. Se ti dicessi di pensare ad un calice di vino cosa ti verrebbe in mente? Probabilmente l’immagine di un bicchiere con all’interno un liquido bianco o rosso. Di certo non potrei criticare la tua risposta, ma se andassimo un po’ di più nel profondo potremmo associare anche qualche immagine legata ad un preciso momento od emozione.

 Infatti, oltre ad essere considerata una bevanda ”sociale”, che incentiva la convivialità, può essere legato a precise esperienze sensoriali ed emozionali.

Sorseggiare un buon bicchiere di vino prima di tutto attiva i sensi, in particolare la vista, l’olfatto e il gusto.

Gli occhi sono i primi ad essere interpellati in quanto permettono di distinguere il colore, ma anche la sua consistenza.

vino

A catena c’è l’olfatto in quanto è il risultato di diversi profumi e fragranze ed infine il gusto che attiva le papille gustative ed esplica tutto il piacere che abbiamo gustato poco prima con gli occhi e il naso.

Tuttavia oltre ad essere un’esperienza sensoriale a tutto tondo, può essere associato anche un percorso emozionale.

Infatti sorseggiare quello che viene definito il “nettare degli dei” può riattivare ricordi che hanno uno specifico significato per la persona che lo sta gustando.

Quel retrogusto di mora che si percepisce, per qualcuno potrebbe essere quasi impercettibile, per qualcun altro ben definito e per un altro ancora attivare un’emozione precisa.

Degustare il vino quindi non è soltanto condivisione, ma anche e soprattutto individualità ed emozione.

Durante questa serata l’obiettivo sarà quello di accompagnare la persona in un’esperienza sensoriale ed emozionale a partire dalla degustazione di uno specifico vino, al quale saranno accompagnati i cibi più adeguati.

Infatti l’idea è che ciascuno dei presenti porti via con sé la consapevolezza di quanto questa bevanda sia complessa e tutta da scoprire.

Inoltre questo momento verrà accompagnato da specifici alimenti scelti ad hoc per degustare al meglio il vino proposto, ma anche per favorire quella convivialità che solo questa bevanda è in grado di creare.

Se sei pronto a tuffarti nell’esperienza, iscriviti subito scrivendo una mail ad info@braincare.it o al link:  https://www.eventbrite.it/e/biglietti-vino-unesperienza-sensoriale-ed-emozionale-40188496876

Ti aspettiamo!

Ti potrebbe interessare anche:



  • -
nutrizione

Nutrizione. Cucina la tua mente: incontro con il Cuoco Visionario

Tags : 

Nutrizione. Cucina la tua mente: incontro con il Cuoco Visionario

Nutrizione. Chi lo dice che mangiare voglia dire utilizzare soltanto la bocca e non anche tutti e cinque i sensi? Letteralmente la nutrizione rappresenta una serie di processi biologici che determinano la sopravvivenza e lo sviluppo di un organismo vivente.

Se però pensiamo all’atto del mangiare in maniera più ampia questo include l’incontro di tutti e cinque i sensi, ovvero il gusto, l’olfatto, il tatto, la vista e l’udito.

nutrizione

Per quanto riguarda il primo è facile intuire in che modo possa essere coinvolto, infatti l’atto di portare il cibo alla bocca implica un’attivazione delle nostre papille gustative, che permettono di identificare il sapore di ciò che stiamo mangiando. Tuttavia il cibo si può gustare anche con il naso, le mani, gli occhi e le orecchie!

Infatti se ci pensiamo bene la vista viene coinvolta già prima dell’inizio del pasto, poiché ancora nella fase di acquisto veniamo incuriositi dal colore, dalla forma e dall’aspetto. Successivamente poi quando ci troviamo a mangiare l’immagine del cibo stimola la saliva e i gusti gastrici.

Per quanto riguarda l’olfatto il profumo di un alimento può rievocare un certo tipo di sensazione o di emozione nonché attivare quella che viene definita “l’acquolina in bocca”.

E il tatto invece? Toccare gli alimenti con le mani, con i denti, con la lingua o con il palato influenzano l’opinione che abbiamo rispetto a ciò che mangiamo, dandoci piacere ed appagamento.

Infine anche l’udito ha un ruolo fondamentale in quanto il rumore proveniente da un morso di mela o dal pane croccante, ci dà soddisfazione e voglia di nutrirci.

Il mangiare quindi rappresenta un’esperienza totalizzante e proprio attraverso l’incontro con il nostro Cuoco visionario Giovanni Galluzzi, vogliamo dimostrare come il cibo può dare soddisfazione a tutti i cinque sensi.

Durante la serata quindi partendo da semplici alimenti si creeranno dei piatti sani e capaci di stimolare l’appetito.

Infatti lo scegliere di seguire una dieta equilibrata non vuole dire per forza avere una nutrizione priva di colore, sapore, consistenza ed odore, ma il segreto sta nel riuscire a conciliare tutti questi aspetti anche se alla fine nel piatto ti ritroverai sempre due semplici uova.

Se quindi vuoi saziare la tua curiosità iscriviti subito mandando una mail ad info@braincare.it o direttamente al link di eventbrite https://www.eventbrite.it/e/biglietti-nutrizione-cucina-la-tua-mente-incontro-con-il-cuoco-visionario-39254031866

 


  • -

Alimentazione. Aumenta la tua energia con Alkaenergy

Tags : 

Alimentazione. Aumenta la tua energia con Alkaenergy

Alimentazione. Ti senti scarico, privo di energia e con una forte sonnolenza durante il giorno? Hai sicuramente bisogno di Alkaenergy!  Di cosa si tratta nello specifico?.

Di un protocollo nutrizionale basato su specifici studi chimici, che hanno individuato la perfetta associazione tra alimenti naturali, che sono in grado di fornire un’elevata energia all’organismo.

Read More


  • -
cibo per la mente

Autoipnosi. Una tecnica di rilassamento per imparare a gestire lo stress

Tags : 

Autoipnosi.  Cos’è davvero lo stress e come i suoi effetti si manifestano a livello psicofisico? Come possiamo riconoscerne i sintomi e prevenirne le cause? Diverse sono le tecniche di rilassamento ed una di queste è l’autoipnosi. Essa consiste in un’ipnosi auto-indotta, quindi letteralmente in uno stato ipnotico applicato su stessi.

In ambito terapeutico l’ipnotista conduce la persona ad entrare autonomamente nello stato ipnotico attraverso delle precise indicazioni. Infatti il raggiungimento di  uno stato di profondo rilassamento avviene tramite la concentrazione su una precisa immagine o idea.

autoipnosiOvviamente non basta chiudere gli occhi e pensare a qualcosa di bello per poter raggiungere l’autoipnosi, ma bisogna seguire delle specifiche fasi. Innanzitutto è necessario trovare una posizione adeguata, che predisponga la persona a rilassarsi. Normalmente quella ideale è distesa, ma non è obbligatoria, anche perché dipende molto dalla persona e da quanta confidenza ha con questa pratica.

In una seconda fase è necessario iniziare a rilassarsi, concentrandosi principalmente sul proprio respiro e predisponendo il corpo a quello che avverrà successivamente.

Una volta completata la prima fase, si può procedere a quella successiva di autoipnosi, in cui la persona attraverso la visualizzazione di specifiche immagini o situazioni è in grado di entrare in uno stato di profondo rilassamento.Questa fase non deve essere necessariamente di lunga durata, ma ciò che è importante è che la persona si abbandoni completamente a questo stato di benessere.

I motivi che spingono la persona ad avvicinarsi all’autoipnosi possono essere imparare a rilassarsi, ridurre il dolore, aumentare/ridurre la temperatura corporea, raggiungere un obiettivo lavorativo/sportivo e molti altri; ciò che è importante capire è che molte volte ciò che “funziona” in modo autonomo non è sempre utile, e per questo bisogna imparare a sfruttarne i principi per orientare l’energia psicofisica in direzione di un migliore benessere.

Nel corso di questo incontro verrà quindi affrontata la capacità della nostra mente di visualizzare, di creare immagini nuove e di percepire i cambiamenti corporei e fisiologi, che se utilizzati in maniera costruttiva, possono produrre reali modificazioni alle reazioni che le persone hanno di fronte agli eventi della vita.

Quindi se sei interessato ad imparare a riconoscere lo stress, al funzionamento della mente/corpo e agli elementi base per l’autoipnosi, iscriviti subito alla serata!

ISCRIVITI GRATUITAMENTE QUI

Info: info@braincare.it